MV Line Group incontra l’Arte con “The Vision”, la nuova opera street art a Milano firmata Cheone

Aprile 29, 2019 By admin 0

Il murales, opera street-art firmata Cheone sulla facciata laterale di un palazzo in Corso di Porta Romana, racconta il valore della protezione espresso dal brand attraverso lo sconfinamento dell’architettura in arte. Visibile dal 26 luglio al 30 settembre.

MV Line Group, brand di successo nel mondo della protezione solare e dagli insetti negli ambienti domestici, intraprende nuove strade per raccontare i suoi valori e supporta la realizzazione di un progetto artistico nella città di Milano firmato dallo street artist Cheone, in collaborazione con Art In Store e Clear Channel Italia, media company leader nel settore dell’Out of Home

Con “The Vision”, il nuovo murales in Corso di Porta Romana 111 visibile fino al 30 settembre, l’artista aggiunge un nuovo capitolo al percorso da protagonista storico nel mondo della street-art italiana, grazie a una serie di opere d’arte iperrealiste e anamorfiche, che utilizzano una tecnica capace di ingannare lo spettatore attraverso la prospettiva e l’effetto ottico.

L’opera interpreta in modo nuovo il concetto di spazio architettonico aprendo ad una prospettiva immersiva: si parte dalla facciata di Corso di Porta Romana 111, si volta poi l’angolo e ci si ritrova spiazzati da un capolavoro fuori dall’ordinario. Cheone ricrea infatti nel murales la facciata dell’edificio con gli stessi elementi architettonici utilizzando lo stesso colore, per poi deformarne prospettive, piani e simmetrie.

La parete di 214 mq, riqualificata da Clear Channel Italia, diventa scenario e testo, acquisendo una propria identità e nuovi significati attraverso l’opera dell’artista, in grado di esprimere il valore aziendale della protezione come concetto totale che travalica i confini del prodotto estendendosi fino all’universalità, rappresentata magicamente dalla netta separazione tra le finestre del piano inferiore – protette dalle tende da sole MV Line Group – e il resto di un edificio che sembra sciogliersi al calore proprio per l’assenza delle stesse.